Crea sito

Approfondimenti

 

L’obiettivo di una fotocamera (in italiano è considerata corretta anche la grafia “obbiettivo”) è il dispositivo che si occupa di catturare la luce della scena inquadrata e di convogliarla al corpo macchina. Questa, che una volta finiva per impressionare la pellicola con le apparecchiature analogiche, viene ora indirizzata sul sensore e di conseguenza genera l’immagine digitale che sarà poi salvata nelle schede di memoria.

Quando si acquista una reflex, la scelta dell’obiettivo è un passo fondamentale poiché questo determinerà il tipo di fotografie che si andranno a scattare.

Dal punto di vista costruttivo un obiettivo, denominato a volte ottica, è composto da un telaio dalla forma pressoché cilindrica, all’interno del quale sono posizionate alcune lenti.

L’immagine di seguito, che la sezione di un obiettivo, risulta particolarmente esplicativa per capire cosa si trova al suo interno.

Sezione di un obiettivo

La disposizione delle lenti, così come la loro forma e la distanza che le separa, contribuisce a stabilire valori come la lunghezza focale e dunque a distinguere fra grandangoli (focale inferiore ai 50 mm) e teleobiettivi (maggiore di 50 mm). Per questo motivo chi utilizza una fotocamera a ottiche intercambiabili ha la possibilità di scegliere quale obiettivo montare a seconda della situazione e delle specifiche esigenze.

Per fotografare un panorama, volendo includere nell’immagine finale tutti gli elementi che lo compongono, ad esempio, è consigliato l’utilizzo di un grandangolo o comunque di un’ottica inferiore ai 50 mm, mentre se ci si trova lontani dal soggetto e si desidera effettuare uno zoom è necessario montare un teleobiettivo.

Scegliere l’una o l’altra focale ha conseguenze dirette anche su parametri come la zona di messa a fuoco e l’apertura del diaframma.

Solitamente ogni casa produttrice utilizza un proprio sistema di montaggio, dunque (volendo sintetizzare il più possibile) un’ottica prodotta da Nikon non sarà compatibile sulle fotocamere Canon e viceversa.

Un'altra possibile scelta è rappresentata dagli obiettivi fissi (che non permettono di variare la lunghezza focale) e dal fisheye (o ultragrandangolo, con lunghezze anche inferiori ai 10 mm), ma si tratta di ottiche che è bene consigliare solo a chi ha già una certa dimestichezza con la fotografia, poiché pur essendo estremamente efficaci se utilizzati nel modo corretto offrono meno versatilità per chi è alle prime armi.

CONTINUA...
Cos'è una reflex
Tempo di otturazione
Sensibilità ISO
Apertura del diaframma
Esposizione

 

Timber by EMSIEN-3 LTD